“Daniele Roccato è un genio […] La sua interpretazione mi ha totalmente sconvolta. Non ho mai sentito un contrabbasso suonare in questo modo”

“Daniele Roccato is a genius […] His interpretation has totally shocked me. I have never heard a double bass playing like this before”

Sofia Gubaidulina - RAI RadioTre Suite - May 19, 2013

“Daniele Roccato è sicuramente uno dei maggiori contrabbassisti del mondo. Con la sua ricerca e il suo lavoro compositivo ha contribuito in modo significativo ad espandere le possibilità espressive del contrabbasso e a proporlo in ambiti e contesti impensabili fino a pochi decenni fa.”

“Daniele Roccato is definitely one of the greater double bassists of the world. With his research and his compositions he significantly contributed to expand the expressive resources of the double bass, bringing it in unimaginable fields and contexts just a few decades ago”

Maurizio Spano - Rem - December 2015

“…one of the most original and prestigious voices of the international music scene today”

“…una delle voci più originali e prestigiose dell’attuale scena musicale internazionale”

Bass World magazine - January 2015

"Roccato è interprete finissimo, esploratore di zone dell'intimità cui solo la musica dà accesso. E' compositore e performer. Indimenticabile, oltre a questo "Nuvole.Casa", il recente "Lus" con Ermanna Montanari e "Preludio", che ha aperto "Le Sacre" di Virgilio Sieni".

“Roccato is an exquisite player, an explorer of intimate territories where only music can give access to. He’s a composer and a performer. Along with this “Nuvole.Casa”, his recent “Lus” with Ermanna Montanari and “Preludio”, opening “Le Sacre” by Virgilio Sieni, are impossible to forget.

Massimo Marino – Il Corriere della Sera – 14 Marzo 2015

Occorre esser sinceri: Chiara Guidi e Daniele Roccato sono due artisti davanti ai quali da tempo “trattengo male l’ammirazione”, come direbbe Ennio Flaiano. Le aspettative sono dunque molto alte, e ancora una volta non restano deluse. [...] Quella che con altri artisti sarebbe una “semplice” lettura con accompagnamento musicale dal vivo eseguita in un luogo suggestivo, qui diventa un agone fra colossi, affacciati sul bordo di un precipizio.

I have to be honest: when I listen to Chiara Guidi and Daniele Roccato I can “hardly keep my adoration quiet”, as Ennio Flaiano would say. Expectations are therefore very high, and once again they’ve not been disappointed. […] What, if played by different artists would be a “simple” reading with live musical accompaniment performed in a suggestive location, becomes here an agon between colossi at the edge of a cliff: Nuvole.Casa.

Michele Pascarella – Artribune – 7 Aprile 2015

Daniele Roccato è un artista che si impegna a unire linguaggi diversi, cambiando sempre approccio, provando a dialogare con le altre arti. Umanizza il suo strumento e la sua musica dandogli le nostre stesse sensazioni, emozioni e visioni. Ci restituisce il nostro stesso immaginario grazie alle indagini che rivolge sul corpo, sul movimento e sulle voci non solo del danzatore o dell’attore, ma dell’uomo.

Alessandra Corsini - Nelle Pieghe del Corpo - 5 Marzo 2015

..una delle figure di spicco della scena musicale internazionale.

All About Jazz - 24 Maggio 2016

[Edison Studio] sarà affiancato da due special guest come il contrabbassista Daniele Roccato e il trombonista Ivo Nilsson, due maestri assoluti della musica senza confini.

QN - Il Giorno, Il Resto del Carlino, La Nazione - 7 Giugno 2016

Aber diese neun unmittelbar expressiven Klangbider, die viel mehr beinhalten als die in den Satztiteln ausgewiesenen Spieltechniken, lassen dank Daniele Roccatos stupender Technik und sublimer Artikulationskunst auch auf dem Kontrabass nichts an Differenziertheit, Beweglichkeit und Vielfarbigkeit vermissen.

Thanks to Daniele Roccato’s stupendous technique and sublime art of articulation on the double bass, these nine expressive sound-images – which contain much more than the values the tracks would suggest – do not lack in refinement, flexibility and variety.

Grazie alla stupenda tecnica e alla sumblime arte delle articolazioni di Daniele Roccato al contrabbasso, queste nove prenetranti immagini sonore – che contengono molto più delle mere tecniche che i titoli delle tracce potrebbero suggerire – sono cariche di raffinatezza, elasticità e varietà.

Dirk Wieschollek – Neue Zeitschrift für Misik – November 2013

Daniele Roccato, ein Interpret der absoluten Weltklasse.

Daniele Roccato, a performer of absolute world class.

Daniele Roccato, un interprete di livello mondiale assoluto.

Neue Züricher Zeitung – 10 Ottobre 2013

… la travolgente overture solitaria di Roccato, un crescendo di ardore e di tensione emotiva di una forza impressionante. Una performance straordinaria, capace di infiammare il pubblico.

... the overwhelming solo overture by Roccato [is] a crescendo of an impressing passion and emotional tension. An extraordinary performance which incites the audience.

Renato Palazzi – Il Sole 24 Ore – 15 Febbraio 2015

Ecco il grandissimo, intelligente interprete [Daniele Roccato] di un’autrice [Sofia Gubaidulina] che ci fa ascoltare note isolate “alla Webern” e passaggi bachiani, commoventi motivi schiromantici, assorte sequenze di pizzicato.

Here is a great and clever interpreter [Daniele Roccato] of a composer [Sofia Gubaidulina] who offers us Webern-like isolated notes, Bach-like passages, touching themes and intense series of pizzicato.

Mario Gamba – Il Manifesto – 8 ottobre 2013

Daniele Roccato scende dentro Jimi Hendrix con un unico pezzo di un'ora che è come un amplesso. Nel suo virtuosismo travolgente si ha il senso di un erotismo profondo.

Daniele Roccato embodies Jimi Hendrix in a one-hour piece which feels like a climax. In his overwhelming virtuosity you can sense an intense eroticism.

Silvia Ferrari – Il Giornale di Vicenza – 31 Luglio 2012

…bellissimo ritratto [di Sofia Gubaidulina] a Ca’ Giustinian. L’aspro viatico della crocifissione (“In Croce”) è magnificamente interpretato da Daniele Roccato.

... a wonderful portrait [of Sofia Gubaidulina] at Ca' Giustinian. The harsh viaticum of the crucifixion ("In Croce") is magnificently interpreted by Daniele Roccato.

Mario Messinis – Il Gazzettino – 9 ottobre 2013

Il magnifico Preludio, ideato ed eseguito dal vivo da Daniele Roccato, celebre contrabbassista. Con dolcezza e ferocia tale Preludio avvalora l'iniziale immobilità di sei donne nude, esposte in eleganti forme a conchiglia create a terra, tese verso l'alto in bellissimi raggruppamenti simili a fronde d'alberi.

The magnificent Prelude was conceived and performed live by the famous double bassist Daniele Roccato. With tenderness and fierceness, this Prelude justifies the initial stillness of six naked women lying elegantly shell-shaped on the ground, and then stretching upwards in beautiful groupings which recall tree branches.

Marinella Guatterini – Il Sole 24 Ore – 15 Marzo 2015

L'avvio è un “ostinato” in continuo crescendo di Daniele Roccato, ripreso, modificato, trasformato dalle “macchine virtuose” di Luigi Ceccarelli. Una musica dal cuore di tenebra. […] Le meraviglie musicali sono tante. Come quando, per esempio, i due musicisti escono fuori da un lungo episodio di caos demoniaco con un continuum modulante, soffuso, incantato.

The beginning is an ostinato in constant crescendo performed by Daniele Roccato and recouped, modified and transformed by Luigi Ceccarelli’s Macchine Virtuose. A music with a heart of darkness. [...] The musical wonders are many. Like when the two performers come out of a long demonic chaos with a modulating, suffused and enchanted continuum.

Mario Gamba – Il Manifesto – 29 Gennaio 2015

L’anatomia sonora del contrabbasso di Daniele Roccato, compositore e fervido esecutore dal vivo di questa suite di frammenti significanti, è il tendine vibrante della partitura coreografica, il sentimento armonico di pose che si orientano, ricollocano, cedono, si reinventano, e ritrovano nell’altro l’epidermide candida della memoria.

The sound dissection of Daniele Roccato’s double bass – he’s the composer and fervid performer of this suite of meaningful fragments – is the vibrating tendon of this choreographic score, the harmonious feeling of poses which adjust, relocate, surrender, reinvent themselves and find in the others the candid skin of memory.

Valentina De Simone – La Repubblica – 13 Marzo 2015

Le musiche materiche di un Daniele Roccato in stato di grazia, eseguite in scena dallo stesso compositore […]

The physical music by a Daniele Roccato in a state of grace and performed on stage by the composer himself […]

Michele Pascarella – Artribune – 25 Febbraio 2015

Oggi una nuova pagina della storia del contrabbasso deve essere dedicata al compianto Stefano Scodanibbio e a Daniele Roccato, un nuovo capitolo che non ha come unico argomento l'indiscussa maestria dei due interpreti e compositori, ma anche la fondazione dell'ensemble Ludus Gravis.

Today, a new page in double bass history must be devoted to the late Stefano Scodanibbio and to Daniele Roccato. A new chapter which won’t simply focus on the undisputed mastery of the two performers and composers but also on the establishment of the Ludus Gravis ensemble.

Irene Morelli – Nuova Consonanza – Catalogo 2014

… aquì magistralmente interpretadas por Daniele Roccato, en un concierto de referencia.

…here masterfully performed by Daniele Roccato, in a reference concert

Alberto Gonzàlez Lapuente – ABC – 10 de Octubre de 2013

L'ensemble Ludus Gravis concentra il talento di giovani musicisti e le incredibili potenzialità dello strumento sotto il pensiero di Daniele Roccato e Stefano Scodanibbio, due dei più grandi contrabbassisti del ‘900.

Ludus Gravis ensemble brings together the talent of young musicians, as well as this instrument’s extraordinary potentialities, under the guide of Daniele Roccato and Stefano Scodanibbio, two of the greatest double bassists of the 20th century.

Marco De Martino – nucleoartzine.com - 19 dicembre 2014

È affascinante guardare Sofia Gubaidulina così intensa mentre segue i propri Studi per contrabbasso solo (eseguiti in modo eccellente da Daniele Roccato), con le mani chiuse in un piccolo pugno davanti alla bocca, quasi per non lasciarsi scappare nemmeno una nota.

It’s fascinating to watch Sofia Gubaidulina while she listens so intensely to her Etudes for double bass solo (superbly performed by Daniele Roccato), holding her small fists in front of her month, almost trying to hold any single note.

Enrico Bettinello – Il Giornale della Musica - 8 ottobre 2013

C’è qualcosa nel modo di suonare di Michele Rabbia e Daniele Roccato che va al di là del suono dei loro strumenti e delle loro straordinarie capacità esecutive (il dominio assoluto dello strumento). È un misto di prossemica, ascolto, concentrazione, rispetto e convinzione. La coerenza interna del loro discorso musicale è tangibile. Una sceneggiatura fatta di vuoti e di esplosioni dinamiche, di attese e di sovrapposizioni, di ostinate reiterazioni e di idee puntuali: minuscoli semi sonori dalla cui germinazione nascono intere foreste.

In Michele Rabbia e Daniele Roccato’s playing there is something which goes beyond the mere sound of their instruments and their extraordinary performing abilities (an absolute control of the instrument). It’s a mixture of proxemics, listening, focus, respect and conviction. The internal consistency of their musical discourse is tangible. It’s a script made of emptiness and dynamic explosions, of waiting and overlapping, of obstinate reiterations and accurate ideas: tiny sound seeds which will germinate entire forests.

Odd Walla – The Carousel – 28 Marzo 2015

… soprattutto negli Otto Studi per contrabbasso solo, penetrati dal bravissimo Daniele Roccato nelle loro toccanti e rarefatte epifanie.

...especially in the Eight Etudes for double bass solo, explored by an excellent Daniele Roccato in their touching and rarefied epiphanies.

Andrea Estero – Classic Voice – Novembre 2013

Diciamolo subito. Il lavoro di Roccato con i suoi partner è mirabile. Passione e misura, abbandono e rigore. Sia nelle trascrizioni che nella qualità sopraffina, commovente, del suono. […] Il suono di Ludus Gravis è quello di musicisti che amano il canto disteso e intimo (spirituale). Al trittico di madrigali di Carlo Gesualdo da Venosa, trascritti per cinque contrabbassi, non si resiste: diventano sinuosi e caldi come non mai.

I’ll get straight to the point: Roccato’s ensemble is enchanting. Passion and moderation, unconstraint and rigour. Both in the transcriptions and in the highly refined and touching sound quality. […] The sound of Ludus Gravis is that of musicians who love the calm and intimate (spiritual) chant. It’s impossible to resist the triptyque of Carlo Gesualdo da Venosa’s madrigals: they become overwhelmingly sinuous and warm.

Mario Gamba – Il Manifesto – 17 dicembre 2013

Daniele Roccato is one of those heroes of the double bass, lugging the instrument around the world and searching out rare pieces for his instrument. He strolls, wanders, plunges through these pieces as though he has just discovered a new, unexplored island, eyes and ears wide open, nimbly mapping out new feelings, new territory and unique, hidden coastlines.

Daniele Roccato è uno di quegli eroi del contrabbasso che trascinano il proprio strumento in giro per il mondo alla ricerca di pezzi rari. Gironzola, passeggia, si immerge in questi pezzi come se avesse appena scoperto un’isola nuova ed inesplorata; con occhi e orecchie ben aperti traccia con destrezza nuove sensazioni, nuovi territori e litorali unici e segreti.

Paul Morley – Sinfini Music – 23 Luglio 2013